Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Alimentazione sana e prevenzione per un corretto stile di vita

Firmato protocollo d’intesa tra la LILT e l’IPSAAR di Pescara

Condividi su:

14 dicembre 2021, presso l’ufficio di dirigenza dell’Istituto Alberghiero De Cecco di Pescara, conferenza stampa convocata per la firma del Protocollo d’intesa tra l’istituto Alberghiero De Cecco di Pescara, e la Lilt – Lega Italiana Lotta contro i Tumori – Sezione di Pescara.

Dieta Sostenibile e Alimentazione Equilibrata questo il tema del Protocollo d’Intesa, a firmare l’importante documento il Presidente della Lilt Pescara, professor Marco Lombardo, Coordinatore della Lilt Abruzzo, e la Dirigente scolastica Alessandra Di Pietro.

Il dott. Lombardo ha voluto precisare che proprio in questo periodo natalizio, dove il cibo e la dieta non sono proprio elementi che camminano insieme, il progetto di prevenzione oncologica nelle scuole di Pescara è molto importante.

“Sicuramente -ha dichiarato il dott. Lombardo- noi pensiamo di portare avanti questo discorso come regalo di Natale: la prevenzione oncologica nelle scuole di Pescara. Questo è un progetto di prevenzione primaria, ma anche terziaria. Un progetto a largo raggio che coinvolge anche progetti nazionali diretti a tutte le scuole.

Fino a trent’anni fa guariva solo il 30 per cento dei malati di tumore, oggi il 60 per cento e, noi, dobbiamo lavorare per eliminare il rimanente 40 per cento di malati che non riescono a guarire.

La prevenzione primaria prevede la diffusione di informazioni corrette come la cultura dello sport, un’alimentazione corretta e la lotta al fumo e all’alcol.

L’accordo, che ci apprestiamo a firmare, fa seguito a quello stipulato lo scorso ottobre dalla Lilt nazionale con la Renaia, Rete nazionale degli Istituti Alberghieri, ed è la continuazione di un Progetto nazionale globale che si distingue in Sistema Salute, Guadagnare Salute con la Lilt e 50 Sfumature di prevenzione”.

Alessandra Di Pietro, da sempre impegnata, insieme a tutto lo staff scolastico, a garantire, oltre allo studio, la salute dei ragazzi, attraverso l’educazione alla elaborazione del cibo e soprattutto alle qualità organolettica e nutrizionali degli alimenti, ha detto:

“L’educazione alimentare noi non la intendiamo solo come educazionale, come fatto puramente scientifico, nutrizionale, ma come valoriale per educare ad uno stile di vita che sia corretto per prevenire le patologie che si chiama, quindi, cultura della prevenzione attraverso l’indicazione di uno stile di vita. Una qualità migliore della vita e quindi benessere per i nostri ragazzi”.

Questo progetto, firmato con il protocollo d’intesa, rappresenta una storica collaborazione tra la scuola e l’associazione che si concretizzerà anche con la realizzazione di nuovi e-book che conterranno indicazioni fondamentali, accompagnate da un ricco ricettario per una dieta sana e uno stile di vita corretto, che potranno contribuire a curare sia chi è soggetto di tumori sia chi ha superato il momento drammatico della malattia, ma che, comunque, ha bisogno di essere costantemente sostenuto da una dieta equilibrata.

Condividi su:

Seguici su Facebook