Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Rotaract di Pescara devolve i fondi di una raccolta di beneficenza all'Airc

Condividi su:

Una serata dedicata alla ricerca contro il cancro, con la raccolta di fondi destinati all’Airc, per rinnovare lo spirito di solidarietà e di service dei giovani del Rotaract Club di Pescara – Distretto 2090. È stato questo il target della serata promossa presso lo stabilimento ‘Il Moro’ della riviera nord di Pescara e che è coincisa con il passaggio di consegne tra il Presidente Simonpietro D’Onofrio e il Presidente Incoming Matteo Nanni che aprirà il nuovo anno sociale venerdì prossimo, primo luglio. Presente all’iniziativa anche il Rappresentante Distrettuale del Rotaract Marcello Milano che ha voluto incontrare i soci e il Direttivo per fare il punto dell’anno in via di conclusione.

“Scopo della serata – hanno spiegato D’Onofrio e Nanni – è stato innanzitutto la solidarietà, esattamente come nelle linee programmatiche del Rotaract, dunque avvicinare i giovani al mondo del Terzo settore, del volontariato, del sostegno a chi soffre o a chi lavora in maniera appassionata per individuare le misure, in questo caso, le cure migliori, per alleviare le sofferenze altrui. Il Rotaract organizza in maniera costante e continua iniziative di raccolta fondi, o campagne di sensibilizzazione, rivolte ai propri iscritti, ma anche al territorio, per supportare, di volta in volta, quelle organizzazioni meritorie che sono presenti e attive da anni, e che rappresentano un vanto per la società, per tutti i cittadini. In occasione della chiusura dell’anno sociale 2015-2016 abbiamo scelto l’Airc, un’Associazione particolarmente vivace che opera anche su Pescara supportando l’attività di ricerca nella lotta quotidiana contro il cancro, una battaglia che deve vederci tutti coinvolti perché mentre la ricerca fa passi avanti per migliorare le condizioni di vita dei malati, individuando i cosiddetti ‘farmaci intelligenti’, garantendo l’abbattimento delle conseguenze più difficili delle terapie, siamo certi che l’impegno collettivo ci consentirà di vincere la guerra contro il cancro”.

Durante la serata il passaggio di consegne tra Simonpietro D’Onofrio e Matteo Nanni, il nuovo Presidente, che ha illustrato alcuni degli obiettivi che vedranno il Rotaract Club impegnato nei prossimi 365 giorni, “a partire – ha annunciato Nanni – dalla prosecuzione del Progetto PAU, ovvero il Progetto di Avviamento Universitario rivolto agli studenti delle ultime classi degli Istituti Superiori della città e che punta a fornire loro gli strumenti per individuare il corso di studi più confacente alle proprie inclinazioni, valutando anche i possibili sbocchi professionali concretamente più richiesti oggi sul mercato. Inoltre valuteremo con il Direttivo la possibilità di indire un bando, rivolto probabilmente ai ragazzi del Liceo Artistico, per l’ideazione e realizzazione grafica del nuovo logo del Rotaract Club, nato nel 1969, dunque una realtà associativa operante da oltre quarant’anni sul territorio e che vuole rinnovarsi, anche nell’immagine, per rendersi più facilmente conoscibile e raggiungibile”.

All’iniziativa benefica hanno preso parte,tra gli altri, anche Emma Cori, vice rappresentante distrettuale incoming, che diverrà effettiva dal primo luglio, e Mattia D’Antino, delegato zona Abruzzo incoming, parte dell’Interact Club Pescara.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook