Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Stella di Natale: Un regalo sempre attuale. I consigli per farla durare

Condividi su:

La acquistiamo per arredare casa nel periodo natalizio o ci viene regalata, fatto sta che la Stella di Natale è da anni il fiore per eccellenza delle Festività.

La domanda è: come si cura? Come si vedrà, per loro semplicità, si tratta di poche regole perseguibili anche dai meno esperti e da chi non possiede propriamente il pollice verde.

Origini della Stella di Natale e tradizione

Come anticipato, la Stella di Natale (o Poinsettia pulcherrima) è la tipica pianta che amici e parenti si scambiano durante questa importante festività; si tratta di un fiore che trova la sua origine in Messico e che, contrariamente a quanto si pensa, se ben curata, può raggiungere anche i 3m di altezza.

Le suefoglie richiamano la forma di una stella e anche per la colorazione rosso vivace, è diventata un tradizionale simbolo natalizio. Si è soliti pensare che la Stella di Natale sia una pianta destinata a sopravvivere solo poche settimane durante il periodo natalizio, in realtà, se ben curata, può durare molto più a lungo. Di seguito alcuni consigli utili.

Luce e temperatura

Come accade con tutte le tipologie di piante, per prima cosa, bisogna fare attenzione alle condizioni di luce, temperatura e umidità alle quale viene esposta la Stella di Natale.

Quest'ultima non sopporta bene l'aria troppo secca o fredda. La sua collocazione ideale è in prossimità di fonti di luce ove la temperatura è anche più elevata.

Bisogna collocare la pianta in zone ben illuminate, ma non a diretto contatto con i raggi solari; per esempio l'ideale sarebbe sui davanzali, in veranda o anche direttamente sul pavimento. La temperatura media ideale dovrebbe restare costante tra i 15° e i 22° C mai al di sotto. L'importante è non posizionarla in angoli nascosti, poco luminosi o in zone di passaggio perché si rischia di restare impigliati e i suoi rami potrebbero facilmente spezzarsi, essendo molto deboli.

La giusta irrigazione

È bene specificare sin da subito che le Poinsettia più piccole hanno necessità di essere irrigate più spesso rispetto alle piante adulte perché essendo costituite da meno terra, è come se avessero un serbatoio più piccolo per il contenimento dell'acqua.

In generale, una pianta già adulta o di medie dimensioni, va irrigata con moderazione ogni due o tre giorni avendo cura di eliminare l'acqua in eccesso dal sottovaso dopo circa 15 minuti.

Questo perché la Stella di Natale è una pianta che sopporta abbastanza bene eventuali picchi di secchezza, ma l'eccesso di acqua potrebbe arrecarle dei problemi.

Un buon modo per verificare lo stato di irrigazione è controllare l'umidità del terriccio; se è ancora troppo bagnato non è ancora il momento di irrigare la pianta, se invece è umido tendente all'asciutto è il momento giusto perché non bisogna mai far diventare la terra completamente secca.

Un altro metodo per effettuare questo test, è controllare il peso della pianta.

Eventuali malattie della Stella di Natale

Si consiglia di fare attenzione già dal momento dell'acquisto assicurandosi di prendere una pianta in buona salute, non secca, con radici vigorose.

Tuttavia, potrebbero esserci delle cause di forza maggiore sulle quali non è possibile intervenire facilmente. Se dovessero apparire delle macchie grigie sulle foglie della Stella di Natale, vuol dire che la pianta è destinata a morire perché si tratta di funghi che porteranno al repentino deterioramento della stessa. In questo caso, è necessario cestinare sia la pianta che il terriccio, essendo anch'esso infetto.

Un'altra condizione potrebbe invece riguardare l'attacco di afidi. In questo caso la malattia si riconosce a causa dell'aspetto appiccicoso delle piante ed è possibile intervenire rimuovendo gli afidi abbinato all'ausilio di un apposito insetticida. In questo modo, il problema dovrebbe risolversi.

Considerazioni conclusive

Come visto, bastano pochi semplici passaggi per prendersi cura al meglio della propria Stella di Natale perché contrariamente a quanto si è abituati a pensare, è una pianta che potrebbe durare molto più a lungo di poche settimane e trasformarsi addirittura in un mini albero di 3m.

È fondamentale fare attenzione alle condizioni di salute della pianta sin dal momento dell'acquisto, ma rispettando le regole illustrate soprattutto in termini di luce, irrigazione e umidità, è possibile ottenere buoni risultati. Non resta che prendersi cura della propria Stella di Natale e condividere questi suggerimenti con amici e parenti.

Condividi su:

Seguici su Facebook