Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Danni per alluvione, oggi è l'ultimo giorno per richiedere il risarcimento danni

Condividi su:

“Settanta richieste di risarcimento danni per l’alluvione già protocollate da privati, ma altre centinaia in arrivo entro domani, martedì 17 dicembre, quando scadranno ufficialmente, almeno per ora, i termini concessi dalla Regione Abruzzo per la presentazione in Comune di tutte le schede, pubbliche e private, che l’amministrazione dovrà poi trasmettere alla Provincia di Pescara. A oggi questo è il termine formalmente comunicato dal Dipartimento della Protezione civile, e solo mercoledì 18 dicembre sapremo se verrà concessa ai privati una proroga, probabile, per presentare le proprie istanze, sino al prossimo 2 gennaio 2014, proroga che sarà nostra premura comunicare in tempo reale agli utenti. Per la richiesta dei rimborsi dei danni andrà utilizzato esclusivamente il modulo disponibile sul sito della Regione Abruzzo e sul sito  del Comune di Pescara, scaricabile all’indirizzo www.comune.pescara.it. I tempi sono strettissimi, e a tal fine i cittadini potranno presentare una semplice perizia di stima dei danni asseverata anziché giurata in modo da ridurre la mole della procedura burocratica altrimenti necessaria”.

Lo ha ufficializzato ieri l’assessore alla Protezione civile Berardino Fiorilli ricordando la scadenza.

“La scorsa settimana – ha ricordato l’assessore Fiorilli - i nostri dirigenti hanno partecipato a una riunione della Protezione civile convocata a L’Aquila  per individuare l’iter più corretto per la presentazione delle richieste di risarcimento danni in seguito al fenomeno alluvionale del primo e 2 dicembre scorsi: secondo la procedura individuata, i privati dovranno inviare all’Ufficio Protocollo del Comune le proprie domande di risarcimento dei danni subiti sia ai beni immobili che mobili, ossia veicoli e barche, e le domande dovranno pervenire con una stima massima dei danni subiti, accompagnati da una perizia asseverata di un tecnico entro domani, martedì 17 dicembre, perché il Comune dovrà poi raccogliere tutte le schede da inviare alla Provincia entro il 18 dicembre. Per la valutazione dei danni dei privati sarà nominato un Commissario dell’Unione Europea che valuterà tutte le domande, dunque il Comune svolgerà una funzione di ‘portavoce’ delle istanze dei privati, ma sarà un Commissario straordinario a svolgere le valutazioni e a decidere se accogliere o meno le richieste e che erogherà le eventuali somme assegnate direttamente ai privati. A tal proposito abbiamo anche ricordato ai cittadini che le domande eventualmente inoltrate o presentate presso altri Enti, come Regione o Provincia, le stesse non sono ritenute valide e vanno subito reiterate al Comune. Nei giorni scorsi abbiamo sentito parlare del ‘caos’ delle date nella presentazione delle domande: in realtà non c’è alcuna confusione nel merito. Ossia la Regione per ora ha disposto come data quella del 17 dicembre, ricordando che quella data per gli Enti pubblici va considerata come inderogabile. Per i privati, considerata la complessità delle procedure, la Regione ha lasciato ipotizzare la possibilità di una eventuale proroga dei termini al prossimo 2 gennaio 2014, ma per ora si tratta di una notizia assolutamente ufficiosa, un’ipotesi non confermata, e per ulteriori informazioni occorrerà attendere il 18 dicembre. Per questa ragione abbiamo invitato tutti i cittadini comunque ad affrettare le procedure per presentare le richieste di risarcimento entro domani, per avere le massime garanzie di accoglimento delle istanze, riuscendo a ipotizzare una prima quantificazione di massima dei danni dei privati, ricordando che per le infrastrutture pubbliche abbiamo già verificato 5milioni di euro di danni. A oggi le istanze dei privati già protocollate sono 70, ma stamane centinaia di cittadini erano in fila all’Ufficio Protocollo per depositare la propria istanza, e altre centinaia si sono susseguiti presso il Coc per chiedere delucidazioni”.

Condividi su:

Seguici su Facebook