San Vito Chietino, pescatori di ricci di mare fermati e sanzionati

Oltre la pesca illegale hanno infranto le norme anti-Covid

| di Redazione
| Categoria: Cronaca
STAMPA

Prosegue incessante l’attività della Guardia di Finanza anche nel settore ambientale a contrasto delle condotte illecite e a tutela dell’ecosistema marino.

Nell’ultimo fine settimana militari della Stazione Navale di Pescara hanno verbalizzato 2 soggetti, sul litorale di San Vito Chietino, provenienti dalla Puglia dediti alla pesca illegale di ricci di mare.

L'intervento, scattato intorno alle 02:00, ha consentito ai militari di cogliere in flagranza i trasgressori e verbalizzarli poiché intenti ad effettuare la pesca subacquea in zone e tempi vietati, eccedendo altresì il quantitativo minimo di pescato consentito. Ai due soggetti sono state comminate sanzioni amministrative per un importo di € 4.500 oltre al sequestro del pescato, delle bombole e dell’attrezzatura da sub. I ricci di mare posti sotto sequestro sono stati prontamente ispezionati dal medico del Servizio Veterinario competente, allertato per l’occasione, che ne attestava lo stato di idoneità al consumo umano e pertanto sono stati rigettati in mare e restituiti così al loro habitat naturale.

I trasgressori sono stati inoltre sanzionati per violazione alle norme imposte dal Governo in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

 

Redazione

Contatti

redazione@notssl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK