Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Abruzzo: nel primo trimestre 2022 prezzi stabili per la vendita. Molto bene la domanda che cresce di oltre il 20%

Nel primo trimestre dell’anno lo stock di abitazioni disponibili per la locazione in regione è diminuito del 15,5%

Condividi su:

Milano, aprile 2022 L’osservazione dei dati relativi all’Abruzzo, all’inizio del 2022, evidenzia un mercato immobiliare sostanzialmente stabile dal punto di vista delle compravendite e in ripresa per quanto concerne le locazioni. Infatti, secondo l’Osservatorio annuale di Immobiliare.it, il portale immobiliare leader in Italia, curato da Immobiliare.it Insights, i prezzi richiesti per gli immobili in vendita non hanno subito grosse variazioni mentre gli affitti hanno fatto registrare un aumento del 2,2% rispetto al trimestre precedente.

I TREND REGIONALI

Prendendo in esame il settore delle compravendite, i prezzi medi richiesti da chi vende un immobile in Abruzzo sono rimasti stabili (1%) rispetto all’inizio del 2022: chi è intenzionato a procedere con l’acquisto di un immobile nella regione deve investire di media 1.407 euro al metro quadro. A fronte di una domanda in aumento a due cifre (+21,1%), lo stock di abitazioni invendute nella regione in un trimestre è stabile, segno di un surplus dell’offerta e di un comparto, quello delle compravendite, ancora in ripresa. Guardando alle locazioni, che più hanno risentito degli effetti della pandemia, i prezzi risultano in aumento del 2,2% nel corso del primo trimestre del 2022, mentre lo stock di case disponibili è diminuito del 15,5%, segno di un nuovo interesse per la modalità dell’affitto. 

I TREND DELLE COMPRAVENDITE PER CITTA' E PROVINCE  

Come sottolineato, l’andamento della regione per quanto concerne l’inizio del 2022 è sostanzialmente stabile per quanto riguarda i prezzi. L’aumento più consistente lo registra la provincia di Chieti che segna un +2,1%. A fronte di una domanda in aumento quasi ovunque a doppia cifra – fa eccezione il comune di Teramo che perde il 15,5% - lo stock di abitazioni in vendita diminuisce dappertutto, ma soprattutto nella città di Chieti, dove si è registrato un calo di 7 punti e mezzo percentuali. In controtendenza solo la provincia di Chieti che invece continua ad accumulare immobili invenduti (+8,1%). 

LOCAZIONI IN FERMENTO 

I dati emersi dall’analisi rivelano un mercato delle locazioni più movimentato. I prezzi corrono a due velocità con territori in cui aumentano sensibilmente di più, come la città de L’Aquila (+5%) e la provincia di Pescara (+4,7%) e altri in cui calano notevolmente, come la provincia de L’Aquila (-4%) e la città di Chieti (-3,5%).  Gli effetti della pandemia, che in generale hanno condizionato soprattutto il mercato delle locazioni, sembrano però finalmente scomparsi sul territorio dal momento che lo stock disponibile è diminuito nel primo trimestre del 2022 di 15 punti e mezzo percentuali con picchi che superano il 22% nella provincia di Pescara. Trend confermato dalla domanda che registra un aumento considerevole (+28,3%) con il comune di Teramo che segna il picco del +100%. 

Di seguito le variazioni dei prezzi richiesti, dell’offerta e della domanda per la tipologia immobiliare residenziale in vendita in Abruzzo:

COMUNE

Media di €/mq

DELTA PREZZI

3mesi

6mesi

9mesi

12mesi

Chieti

comune

1.014 €

-0,6%

-1,5%

-2,5%

-3,3%

provincia senza capoluogo

1.317 €

2,1%

1,5%

0,8%

1,2%

L'Aquila

comune

1.474 €

1,0%

3,7%

3,1%

3,0%

provincia senza capoluogo

1.323 €

-0,2%

-1,0%

-2,8%

-4,6%

Pescara

comune

1.719 €

0,7%

0,2%

1,1%

0,4%

provincia senza capoluogo

1.228 €

1,2%

-1,4%

-2,7%

-2,0%

Teramo

comune

1.197 €

-0,3%

3,1%

4,5%

6,7%

provincia senza capoluogo

1.542 €

1,4%

2,1%

2,6%

1,6%

Regione Abruzzo

1.407 €

1,0%

0,5%

-0,6%

-1,0%

 

COMUNE

DELTA OFFERTA

3mesi

6mesi

9mesi

12mesi

Chieti

comune

-7,5%

-12,1%

13,3%

38,4%

provincia senza capoluogo

8,1%

9,3%

15,6%

13,9%

L'Aquila

comune

-0,7%

6,3%

-2,4%

-14,7%

provincia senza capoluogo

-3,4%

4,2%

8,0%

22,2%

Pescara

comune

-3,7%

-8,8%

-17,6%

-21,6%

provincia senza capoluogo

-0,6%

14,1%

5,0%

8,7%

Teramo

comune

-6,8%

1,4%

0,4%

3,8%

provincia senza capoluogo

-0,5%

0,9%

-5,3%

-4,9%

Regione Abruzzo

-0,5%

2,8%

1,9%

4,0%

 

COMUNE

DELTA DOMANDA

3mesi

6mesi

9mesi

12mesi

Chieti

comune

24,4%

24,4%

2,5%

14,0%

provincia senza capoluogo

21,0%

1,9%

-3,9%

3,8%

L'Aquila

comune

5,8%

4,9%

24,3%

0,8%

provincia senza capoluogo

28,4%

17,9%

30,5%

0,8%

Pescara

comune

25,6%

22,0%

10,5%

15,3%

provincia senza capoluogo

25,4%

18,4%

0,4%

6,2%

Teramo

comune

-15,5%

1,2%

8,7%

-3,8%

provincia senza capoluogo

27,1%

-0,5%

-4,8%

0,0%

Regione Abruzzo

21,1%

10,6%

4,8%

4,8%

Di seguito le variazioni dei prezzi richiesti, dell’offerta e della domanda per la tipologia immobiliare residenziale in locazione in Abruzzo:

COMUNE

Media di €/mq

DELTA PREZZI

3mesi

6mesi

9mesi

12mesi

Chieti

comune

4,9 €

-3,5%

-2,8%

-4,1%

-1,2%

provincia senza capoluogo

6,1 €

-2,3%

-5,4%

-3,2%

1,8%

L'Aquila

comune

6,6 €

5,0%

7,7%

8,0%

4,2%

provincia senza capoluogo

7,8 €

-4,0%

-4,1%

  
Condividi su:

Seguici su Facebook