Salernitana-Pescara, Breda: “Incontreremo una squadra arrabbiata e cattiva”

Le parole del tecnico alla vigilia della trasferta in Campania

| di Riccardo Camplone
| Categoria: Sport
STAMPA

Consueta conferenza stampa di mister Breda alla vigilia della trasferta verso Salerno. Il tecnico biancazzurro ha recuperato Asencio Drudi, Bellanova è tornato dalla squalifica mentre Scognamiglio dovrà scontare ancora 2 giornate. Le parole dell’allenatore in conferenza stampa:

“Asencio e Drudi si sono aggregati al gruppo. Sorensen e Odgaar hanno ottime qualità e si sono presentati bene, portano qualità e struttura. Sono contento che qualche ragazzo che ha trovato poco spazio è andato a giocare. Sorensen è un difensore che può giocare sia a 4 che 3 a destra ed in quella zona eravamo carenti, mentre Odgaard ha belle caratteristiche, ha margini di miglioramento e può fare bene. Provato la difesa a 4? Abbiamo provato ma da qui in avanti con l’arrivo di Machin il fatto di avere due alternative diventa importate perché sia dall’inizio che a gara in corso credo che sia importante avere più frecce nel proprio arco.  Da giocatore Salerno è stata la parte più importante della mia carriera. Nella partita ci aspetterà una squadra arrabbiata e cattiva, perché vengono da 3 risultati negativi e dovremmo fare una grande prova anche nelle qualità di gioco, hanno problemi nella fase difensiva e dovremmo approfittarne. È una battaglia che dovremmo fare con il massimo rispetto dell’avversario ma allo stesso tempo, come abbiamo sempre fatto, portare a casa più punti possibili. Sul discorso di Machin e Galano lavorare sulla difesa a 4 l’idea sarebbe recuperare un posto. Con l’arrivo dei nuovi le qualità sono aumentate. Non possiamo buttare via le partite ma non vuol dire che non ci proveremo per usare tutti questi giocatori. È un cantiere in divenire, dove l’obiettivo determinante è fare più punti possibili e le strade sono tante ma dobbiamo vivere a giornata. Io non esulto quasi mai e sarebbe un’anomalia se lo facessi. A prescindere dall’avversario noi dovremmo raccogliere punti. Asencio non l’abbiamo mai avuto ma può far benissimo anche la prima punta. Nelle partite è capitata che riempissimo poco l’area e questa caratteristica ci serviva. Penso a lavorare e vedo che la società porta i giocatori, ognuno ha i propri compiti.  Posso parlare solo da quando sono arrivato io e non mi permetto di giudicare il lavoro del mio predecessore. Credo che come atteggiamento e squadra i ragazzi sono stati disponibili e c’è voglia di uscire da quella zona di classifica. C’è tanto da lavorare, a prescindere dall’arrivo dei nuovi, ed è una squadra viva e quello che non dobbiamo perdere è andare oltre le difficoltà. Machin dal primo minuto? Non è detto he i nuovi debbano partire dalla panchina, sulla questione tattica stiamo lavorando su due metodi. Pirola? Buon giocatore. Loro hanno due moduli e alternano il 3-5-2 con il 4-4-2, noi dobbiamo aspettarci una partita diversa da Empoli e nelle loro difficoltà noi dobbiamo pareggiare il temperamento e utilizzare le nostre armi."

Riccardo Camplone

Contatti

redazione@notssl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK